Agriturismi della Valle d'Aosta

Agriturismi della Valle d'Aosta

Valle D'Aosta: l'agricoltura di montagna protagonista a Bruxelles

Si è svolto mercoledì, 9 gennaio, a Bruxelles, nella sede della Rappresentanza dello Stato libero della Baviera presso l’Unione europea, il convegno dal titolo Una PAC forte – garanzia per un’agricoltura di montagna vitale, organizzato dagli Assessorati dell’agricoltura delle Regioni di montagna dell’arco alpino, con la partecipazione del Commissario europeo all’agricoltura Dacian Ciolos e degli europarlamentari Herbert Dorfmann e Paolo De Castro.

Prosegue dunque, in vista della ormai prossima approvazione dei regolamenti definitivi per la PAC 2014-2020, il lavoro di squadra delle Regioni di montagna, che ha preso avvio nella primavera del 2009 con un primo Forum a Bruxelles, seguito da quelli di Garmisch-Partenkirchen, Alpbach e Oberammergau. L’azione di lobbying portata avanti dagli Assessorati dell’agricoltura di Baviera, Tirolo, Vorarlberg, Salisburgo, Province autonome di Trento e Bolzano, Regioni autonome Valle d’Aosta e Friuli Venezia Giulia ha permesso, in questi anni, di condividere le problematiche e le preoccupazioni legate alla futura programmazione e ottenere buoni risultati sul piano delle proposte di regolamento che prevedono, infatti, un riconoscimento esplicito dell’importanza della montagna, sia nel I° pilastro (aiuto alle piccole aziende, aiuto per zone con svantaggi naturali, riconoscimento del valore dei “beni pubblici” generati dall’agricoltura), sia nello Sviluppo rurale (sottoprogramma montagna e aumento premio medio di indennità compensativa). Al convegno di ieri, cui hanno partecipato rappresentanti dell’Assessorato dell’agricoltura e risorse naturali e del mondo agricolo valdostano, sono state presentate e approfondite, con il Commissario europeo, alcune questioni e problematiche per le Regioni di montagna con riferimento alla futura distribuzione dei titoli di pagamento, al regime di sostegno per i piccoli agricoltori, all’applicazione del greening e della condizionalità a quest’ultima categoria di agricoltori, alle giustificazioni economiche per i pagamenti alle aree svantaggiate e per quelli agroambientali. Particolare attenzione è stata, infine, posta alla questione della promozione dei prodotti di montagna di qualità, le cui misure verranno previste, grazie alle richieste presentate dalle regioni coinvolte, nella versione definitiva dei regolamenti.

Sei qui: Home News News Valle D'Aosta: l'agricoltura di montagna protagonista a Bruxelles